Nutrizione e miopatie

«Questo opuscolo - ha scritto Gabriele Siciliano del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Pisa, vicepresidente della Commissione Medico-Scientifica UILDM - si propone come un riferimento agevole da consultare per il lettore interessato agli aspetti nutrizionali nelle malattie neuromuscolari e in particolar modo nelle distrofie».

Ed è proprio così: Nutrizione e miopatie. Dalla teoria alla pratica, pubblicato dalla UILDM della Versilia e curato dalla biologa nutrizionista Claudia D’Alessandro - che da quindici anni collabora con la Sezione toscana - è una bella iniziativa, degna senz’altro di essere diffusa il più possibile.

«Consapevole dell’importanza di una corretta alimentazione per le persone affette da malattie neuromuscolari - spiega Andrea Pierotti, presidente della UILDM versiliese - la nostra Sezione coltivava da tempo l’idea di realizzare un opuscolo che contenesse informazioni e appropriati consigli su questo argomento, con l’intento di portare un piccolo mattone alla costruzione di una buona qualità della vita».

«In realtà - ha scritto ancora Siciliano - i disturbi nutrizionali in tali patologie rappresentano un rilevante problema che spesso necessita di un approccio multidisciplinare che coinvolge competenze mediche specialistiche, internistiche, gastroenterologiche, chirurgiche, oltreché neurologiche e di altre figure professionali dell’area sanitaria, quali nutrizionisti, fisioterapisti e foniatri».

Il volumetto è stato per il momento prodotto in seicento copie (per riceverlo bastano 3 euro di rimborso + le spese di spedizione; per informazioni: UILDM Versilia, 0584/72153, uildm.versilia@tiscalinet.it), che stanno via via andando ad esaurimento. Ma la Commissione Medico-Scientifica UILDM, apprezzando e ritenendo utile l’iniziativa, ha già proposto alla Direzione Nazionale dell’associazione di promuovere una nuova edizione accresciuta, che potrebbe dunque essere presto realizzata.

(S.B.)