Un bando per dare energia ai territori

share on:

La forza di UILDM è nelle Sezioni e nella loro conoscenza del territorio, che abitano e fanno crescere. Per questo la Direzione Nazionale, tramite lo stanziamento di oltre 120 mila euro del Bando Nazionale UILDM 2017, si impegna a sostenere i progetti e le numerose attività̀ territoriali.

Tutto questo è possibile solo grazie a chi ogni giorno sceglie di dare forza ai nostri sogni. Scegliendo di donare a UILDM ci aiuti a migliorare la qualità di vita di chi ha una distrofia: garantire il servizio di fisioterapia ai bambini con malattie neuromuscolari, sostenere la progettazione di una spiaggia accessibile, permettere a un gruppo di giovani con disabilità di fare sport, garantire a un ragazzo la possibilità di essere accompagnato all’università, aiutare una famiglia in difficoltà.

Di seguito proponiamo in ordine alfabetico per Sezione una sintesi delle idee progettuali che verranno sviluppate nei prossimi mesi.

Ancona - Idee in movimento
Il progetto si propone di inserire nella Sezione la figura di una psicologa al fine di fornire un servizio di consulenza per utenti e familiari, creare un gruppo più attivo e pronto ad affrontare tematiche quotidiane all’interno del Gruppo Giovani, far nascere uno sportello unico d’accesso dell’associazione con la funzione di orientamento e accoglienza.

Bergamo - Abitare il territorio
Il cuore del progetto è la vicinanza alle famiglie. L’attività principale è la visita domiciliare, durante la quale sarà possibile fare conoscenza con le persone con malattie neuromuscolari e con i familiari per comprendere esigenze e criticità.

Bologna - Idrokinesiterapia e fisioterapia
La fisioterapia e l’idrokinesiterapia sono fondamentali per chi convive con una patologia neuromuscolare. La Sezione si impegna a realizzare progetti riabilitativi personalizzati per patologia, età, disabilità e funzioni interessate, al fine di migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Bolzano - Comfort in mobilità
La Sezione intende rinnovare il parco macchine per garantire un servizio di qualità. È previsto l’acquisto di un nuovo furgone attrezzato, dotato di rampa elettrica per favorire l’ingresso sia alle persone su carrozzina che alle persone con difficoltà di deambulazione.

Catania - Percorsi di autonomia
La salute è uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale. Il progetto si propone di aumentare le sedute di fisioterapia, logopedia e il sostegno psicologico alle persone con malattie neuromuscolari, al fine di mantenere una buona qualità di vita degli utenti.

Chiaravalle Centrale - Parole, suoni e colori diversi
È il progetto pensato per favorire e consolidare l’integrazione sociale e migliorare la qualità della vita delle persone con patologie neuromuscolari. Mediante attività ludico ricreative come la Cineterapia e l’Arteterapia, si intende coinvolgere i soci, arricchendo il loro bagaglio esperienziale. La Cineterapia permette di scavare nell'anima, sbloccando nodi emozionali. L’ Arteterapia favorisce la conoscenza di sé e delle proprie potenzialità.

Gorizia - Respiratory Holding Care: Percorso Di Cure Integrate Per La Patologia Respiratoria Neuromuscolare
La Sezione vuole migliorare il benessere e la qualità della vita attraverso il respiro nel paziente neuromuscolare. Tramite questo percorso di cura si prevede l’aumento della capacità vitale respiratoria, l’efficacia della tosse, la diminuzione delle infezioni polmonari e la formazione del caregiver.

Imperia - La spiaggia per tutti
La spiaggia per tutti è un vero traguardo sociale e l’acqua, perchè oltre a eliminare molte problematiche del movimento, permette alle persone di godere del vero relax. La Sezione vuole realizzare una spiaggia inclusiva, priva di ostacoli e barriere. Le azioni previste sono la pavimentazione di un’area per consentire a tutti di muoversi, l'installazione di cabine spogliatoio e wc per i disabili, la realizzazione di aree coperte a gazebo, ombrelloni e lettini, passerelle percorribili per le sedie Job.

Legnano - Liberi di fare, liberi di muoversi
La Sezione di Legnano punta alla crescita e all’inclusione sociale delle persone con malattie neuromuscolari, all’accesso a nuove autonomie, all’acquisizione di nuove competenze e allo sviluppo di forme di socializzazione. Con il servizio di trasporto, l’accessibilità all’offerta territoriale e alle iniziative sociali troverà il suo perfezionamento. Un laboratorio creativo, inoltre, guiderà le persone coinvolte alla scoperta delle proprie potenzialità artistiche.

Mantova - Diagnosi e riabilitazione delle patologie dello sviluppo in fase precoce
La Sezione vuole individuare le famiglie con bambini a rischio di disturbo dello sviluppo, con un’attenzione particolare a chi presenta patologie neuromuscolari. Mediante un’équipe, UILDM Mantova si attiverà con presidi diagnostici e terapeutici al fine di diminuire le difficoltà relazionali scolastiche, aumentare il benessere del bambino e ridurre la percezione di isolamento della famiglia.

Mazara del Vallo - Io e la mia terra
L'idea parte dall'esigenza di creare spazi di coesione sociale e di integrazione per i giovani con disabilità: da qui l'orto sociale e l'ortoterapia, che costituisce un metodo riabilitativo. Il contatto con la natura aiuta a prendere confidenza con sé stessi, a rimettersi in gioco, a sperimentarsi. Il progetto si propone di stimolare la capacità sensoriale (olfatto, gusto, vista e tatto) e gli aspetti cognitivi, recuperare l’autostima, favorire occasioni di confronto e socializzazione. 


Milano - Liberi di esserci
Libertà è sinonimo di partecipazione. Il progetto nasce dalla necessità di assicurare alle persone con malattie neuromuscolari il diritto alla mobilità, l’inclusione sociale e la socializzazione. I risultati attesi vertono sulla possibilità di avere accesso ai luoghi in cui esprimere la propria personalità e sulla tutela della propria salute.

Monza - Andar per borghi e parchi
La Sezione investe da alcuni anni in iniziative destinate alla crescita culturale e sociale dei soci con proposte arricchenti per un tempo libero di qualità. L’obiettivo è quello di soddisfare la curiosità culturale dei soci rispondendo, sebbene per un tempo limitato nella settimana, ad un bisogno assistenziale preminente.

Ottaviano - Un Mezzo Per La Libertà
Lo scopo è quello di poter usufruire del pulmino donato dalla Sezione UILDM G. Nigro - Arzano, rendendolo accessibile tramite l’acquisto di una pedana e la copertura delle spese vive. La Sezione di Ottaviano intende così garantire il diritto alla mobilità delle persone con disabilità e la conseguente partecipazione alle numerose attività.

Padova - Prosecuzione dell’ambulatorio fisioterapico per le valutazioni respiratorie e l’assistenza respiratoria
Il progetto si propone di offrire continuità all’ambulatorio per le valutazioni e l’assistenza respiratoria per le persone con distrofia muscolare e SLA. Lo scopo della Sezione è quello di diminuire le ospedalizzazioni, gli accessi al pronto soccorso e l’uso di farmaci (antibiotici). Si intende sostenere anche la famiglia e migliorare il rapporto con il Sistema Sanitario.

Ravenna - Ravenna per un turismo inclusivo
La città di Ravenna è da tempo una delle più apprezzate destinazioni turistiche per il proprio posizionamento geografico e per il patrimonio culturale che offre; tuttavia non è mai stata oggetto di attenzione per agevolare l’inclusione e la fruizione dei turisti con disabilità. Per questo la Sezione mira, con l’ausilio di esperti in materia, a formare un gruppo di studenti dell’Istituto Tecnico per Geometri.

Roma - Caserta - Punti di vista
La Sezione vuole contribuire a un processo di cambiamento sociale nel rispetto delle diversità individuali. Rinforzando le pratiche di UILDM Lazio e replicandole nella Sezione di Caserta, si mira all’inclusione scolastica delle persone con disabilità in scuole di territori con particolare disagio sociale. Per realizzare questo obiettivo la Sezione si propone di attivare un gruppo classe e renderlo una vera risorsa su cui fare leva, una piccola rete sociale, capace di aiutare nei processi di crescita e apprendimento, con l'ausilio di metodologie innovative.

Salerno - UILDM in movimento
Lo sport può migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità. Per questo motivo la Sezione si impegna ad avviare i ragazzi a una disciplina sportiva, a seconda delle proprie potenzialità, assistendoli dal trasporto all’organizzazione. Tra le attività proposte ginnastica di base, ginnastica dolce, ritmica, calcetto a cinque, basket, pallavolo, fitness, ippoterapia e yoga in collaborazione con la Polisportiva Linus e la Cooperativa "Un Tetto per tutti".

Sassari - Il Mare Per Tutti
La Sezione ha attivato un progetto per offrire ai soci con disabilità la possibilità di trascorrere una vacanza in autonomia nella casa vacanze di Platamona, una struttura totalmente accessibile vicina a una spiaggia attrezzata.

Trani - AscoltAre senza barriere
Le famiglie che hanno un parente con disabilità si ritrovano ad affrontare le problematiche quotidiane legate all’assistenza. Per questo la Sezione si propone di promuovere il benessere di ogni singolo componente all’interno del nucleo familiare, offrendo sostegno psicologico e supportando le situazioni di fragilità.

Venezia - Riabilitiamo il centro
Attualmente la provincia di Venezia è sprovvista di un’unità operativa convenzionata dedicata alla riabilitazione delle persone con malattie neuromuscolari. Con questo progetto, la Sezione si propone l’ampliamento del centro medico sociale con la realizzazione di nuovi corpi edilizi, la ristrutturazione e l’adeguamento normativo dell’esistente per l’accreditamento. In questo modo per UILDM sarà possibile aiutare oltre 500 soci con disabilità e diventare soggetto referente per il territorio.

Vicenza - Riabilitazione e servizio di trasporto per pazienti neuromuscolari
Il progetto vuole assicurare ai pazienti con distrofia almeno un ciclo di terapia in acqua o fisioterapia a domicilio nei centri fisioterapici della zona, a seconda della gravità e delle esigenze del paziente. I volontari della Sezione sono stati coinvolti per il trasporto.

 

Contribuisci anche tu alla realizzazione dei progetti UILDM. Aiutaci ora!

Ritratto di uildmcomunicazione

uildmcomunicazione