Medicina News

share

La riabilitazione neuromotoria è un elemento essenziale nella presa in carico del paziente neuromuscolare perché ha l’obiettivo di conservare il più a lungo possibile il massimo dell’autonomia del paziente. Il tema è spesso oggetto di discussioni a livello politico e all’interno delle associazioni di pazienti che portano alla luce la necessità di un dialogo tra le parti perché questo diritto venga applicato nel rispetto dei bisogni delle persone.

share

Una diagnosi precoce è essenziale nel campo delle malattie neuromuscolari per garantire una corretta presa in carico del paziente.

share

Sabato 9 marzo si terrà la terza edizione della Giornata delle Malattie Neuromuscolari.

L’evento si svolgerà contemporaneamente in più sedi in Italia, legate ai centri di riferimento per la presa in carico del paziente neuromuscolare. Anche quest’anno sono 17 le città che hanno confermato la loro adesione: Ancona, Bari, Brescia, Bologna, Cagliari, Genova, Messina, Milano, Napoli, Parma, Palermo, Pisa, Roma, Siena, Torino, Udine, Verona. 

share

Il 28 febbraio 2019 si celebra la dodicesima Giornata delle Malattie Rare. Obiettivo della Giornata è far prendere coscienza dell’impatto delle malattie rare sui pazienti e sulla qualità della loro vita.

share

Uno studio multicentrico sull’efficacia clinica del trattamento a lungo termine con il farmaco steroideo Deflazacort per i pazienti affetti da distrofia muscolare congenita causata da difetti del gene LMNA, e sulla ricerca di biomarcatori affidabili, si è classificato primo nel bando nazionale per i progetti di ricerca indipendente, in tutto 12, che verranno finanziati sui fondi 2017 di Aifa (Agenzia italiana del farmaco) per un valore complessivo di 7.670.976,50 di euro.

share

È il cibo al centro del progetto “La gioia del cibo con disfagia”, un percorso ideato dalla Fondazione Dr. Dante Paladini onlus che, nel 2018, ha coinvolto tre istituti ad indirizzo alberghiero delle Marche.

share

L'approfondimento, pubblicato su DM 196, è a cura di Fabrizio Rao e Giancarlo Garuti della Commissione medico scientifica UILDM.

 

Umidificazione delle vie aeree in ventilazione meccanica

Ventilazione diurna con boccaglio

Valutazione respiratoria nel paziente neuromuscolare

share

di Anna Mannara Farmacista e Biologa Nutrizionista Direttore Editoriale di DM

 

Che relazione esiste tra cibo ed emozioni e perché queste ultime, spesso, possono compromettere in modo negativo le nostre scelte alimentari?

Il cibo ha una funzione biologica essenziale per l’organismo, dagli alimenti ricaviamo tutto ciò che occorre per tenerci in vita: zuccheri, proteine, grassi rappresentano non solo una fonte di energia ma anche il materiale per la crescita e la riparazione dei nostri tessuti.

share

Sabato 12 gennaio alle ore 9 nella Sala della Torre di Gorizia (Via Carducci 2) si terrà il convegno scientifico “Malattie neuromuscolari e SLA: attivazione del gruppo integrato neuromuscolare aziendale”.

L’evento, organizzato dalla Sezione UILDM di Gorizia e dall’Azienda per l’assistenza sanitaria 2 Bassa Friulana e Isontina, vedrà la partecipazione del presidente nazionale UILDM Marco Rasconi.

share

È stato approvato l’emendamento per l’estensione dello screening neonatale alle patologie neuromuscolari genetiche, alle immunodeficienze congenite severe e alle malattie da accumulo lisosomiale.

La Commissione Bilancio della Camera il 3 dicembre scorso ha accolto l’emendamento presentato dall’on. Leda Volpi, ampliando così la serie di patologie previste dalla legge 167 del 2016 che aveva introdotto lo screening neonatale per le malattie metaboliche.

share

L’articolo è stato pubblicato su DM 195.

share

Dopo aver appreso la notizia della presentazione dell’emendamento AC1334 alla Legge di Bilancio che propone lo screening neonatale esteso per le malattie neuromuscolari genetiche, le immunodeficienze congenite severe e le malattie da accumulo lososomiale, 16 associazioni e federazioni di pazienti si rivolgono al Governo e al Parlamento. Tra i firmatari dell'appello anche UILDM.

share

Una novità nel campo della distrofia muscolare di Duchenne. Fabio Arturo Iannotti, biotecnologo-medico, e il suo gruppo di lavoro, dei laboratori di ricerca dell’Istituto di chimica biomolecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Icb) di Pozzuoli, hanno scoperto come in un modello animale sia possibile rallentare significativamente il decorso della malattia e recuperare le funzioni motorie perdute mediante farmaci in grado di regolare la funzione dei cannabinoidi prodotti dal nostro stesso organismo. Lo studio è pubblicato su Nature Communications.

share

È risaputo che il modo di alimentarsi influenza e contribuisce a mantenere la salute fisica e psichica. Ciò diventa ancora più rilevante nelle malattie neuromuscolari, dove l'alimentazione ha un ruolo importante nel migliorare la qualità della vita delle persone con questo tipo di patologie. Se ne parlerà al convegno "Ho una malattia neuromuscolare: cosa mangio e cosa bevo oggi?", in programma il 23 novembre 2018 ai Magazzini del Sale di Cervia (RA).

In questo video, realizzato con il contributo di UILDM Bologna e curato dalla dottoressa Zoni della Commissione medico-scientifica UILDM, ti mostriamo come realizzare la maionese di patate e carote. Una ricetta facile, veloce, gustosa e per tutti! 

Le altre ricette:

- Hummus di ceci

- Medaglioni di salmone

share

La comunicazione della diagnosi, nei casi di disabilità complessa e di patologie genetiche e croniche, rappresenta per le persone coinvolte e per i loro familiari un passaggio estremamente delicato e doloroso, che purtroppo rischia spesso di essere affrontato in una condizione di solitudine e impreparazione che può compromettere il progetto di vita e il futuro percorso riabilitativo.

Il pesce spesso manca sulle nostre tavole. Con i medaglioni di salmone non solo si può colmare questa mancanza ma ci si può sbizzarrire e adattarli a diversi tipi di masticazione. Guarda e condividi la video-ricetta realizzata con il contributo di UILDM Bologna e curata dalla dottoressa Zoni della Commissione medico-scientifica UILDM.

Le altre ricette:

Hummus ai ceci 

Involtini di tacchino

share

Fino al 6 ottobre Famiglie SMA propone la nuova campagna di raccolta fondi per migliorare l’assistenza territoriale dedicata ai bambini che con la SMA.

Con una chiamata o un sms al numero solidale 45585, sarà possibile contribuire con 2, 5 o 10 euro al progetto “Rete clinica SMArt”, finalizzato a migliorare l’assistenza territoriale per i pazienti, potenziando la rete dei professionisti che si occupano di questa malattia genetica rara che colpisce soprattutto i bambini. Il 29 e 30 settembre i volontari dell'associazione scenderanno in piazza per offrire la Scatola dei Sogni 2018.

share

Anche in Veneto i pazienti con malattie neuromuscolari chiedono l’apertura di un Centro clinico NeMO che possa rispondere in modo adeguato e continuativo alle loro esigenze

«In Veneto non esiste l’idea che un Centro clinico NeMO possa essere necessario. Ma le strutture di questa regione non sono attrezzate in modo adeguato e il personale non è messo nelle condizioni per seguire in modo completo di chi ha una malattia neuromuscolare».

share

*Testo a cura di Filippo Maria Santorelli, genetista e presidente della Commissione medico scientifica UILDM

Una malattia (la distrofia muscolare di Duchenne, DMD), una proteina (la distrofina), un piccolo cane (con la Duchenne proprio come l’uomo), un singolo taglio (metodica “taglia e cuci” detta CRISPR/Cas9) et voilà...la malattia scompare.

Sembra un romanzo di fantascienza ma è la realtà della ricerca scientifica che all’Università del Texas il gruppo guidato dal prof. Olson ha appena pubblicato sulla più importante rivista scientifica, Science.

share

"Un cambio di prospettiva" è il titolo del Masterclass sulla distrofia muscolare di Duchenne che si terrà a Roma il 14 e 15 settembre al NH Collection Vittorio Veneto di Corso d’Italia, 1.

share

Il 7 settembre si svolgerà il World Duchenne Awareness day, la quinta edizione della Giornata Mondiale di sensibilizzazione sulla distrofia muscolare di Duchenne, promossa dalla World Duchenne Organization.

share

Sabato 8 e domenica 9 settembre all'Holiday Inn di Roma si terrà l'annuale convegno di Famiglie SMA, dal titolo "Vivere il presente. Costruire il futuro. Diventare adulti".

share

*Testo a cura di Giulia Ricci, neurologo e membro della Commissione medico scientifica UILDM e di Filippo Maria Santorelli, genetista e presidente della Commissione medico scientifica UILDM.

share

La Distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è una malattia genetica legata al cromosoma X che colpisce principalmente i maschi, con un’incidenza di uno su 3.500, causando progressiva debolezza muscolare fin dalla prima infanzia con associato coinvolgimento cardiaco e respiratorio.

share

*Testo a cura di Massimiliano Filosto, neurologo e membro della Commissione medico scientifica UILDM

Nusinersen, farmaco per il trattamento della SMA sta offrendo risultati significativi nel miglioramento della funzione motoria dei pazienti a cui viene somministrato.

Una video-ricetta per tutti, anche per chi è disfagico ma non vuole rinunciare ai piaceri della tavola.

share

Per il settimo anno consecutivo, il sito web www.uildm.org ha ottenuto la conferma della certificazione HONcode. Si tratta di un codice rilasciato dalla fondazione svizzera Health On the Net (HON) che promuove e guida dal 1995 la diffusione di una affidabile informazione sanitaria on-line.

share

La Sezione di Genova lancia un Laboratorio di pet therapy, un'occasione di confronto, interazione e socializzazione con gli animali per promuovere il benessere psicosociale dei propri soci.

Pagine