Vita UILDM

share

Questa Giornata Nazionale UILDM è stata resa possibile grazie all'impegno di tantissime persone. I volontari UILDM che hanno distribuito 15.000 latte di caffè, i donatori che hanno scelto di sostenerci tramite il numero solidale, i tanti amici testimonial che hanno chiacchierato con noi durante i "Caffè con", tv e radio nazionali e locali, aziende...impossibile dire quanto affetto è arrivato in questo periodo alla famiglia UILDM, che ora è più grande e forte di prima!

share

In questa pagina racconteremo la Giornata Nazionale UILDM in tutti i suoi aspetti. I protagonisti, i testimonial, il nostro gadget, tutto quello che ci aiuta a renderla unica! 

 

share

 

La famiglia UILDM è fatta di tanti tipi di volontari. Stefania Pedroni, vicepresidente nazionale, rappresenta non solo una figura istituzionale, ma anche ma anche quella di psicologa del Centro NeMO di Milano e di donna che mette a disposizione dell'associazione le sue competenze umane e professionali. Qui ci racconta l'importanza del supporto psicologico per le persone con #distrofia e per le loro famiglie, servizio attivato in lockdown e proseguito anche dopo:

share

Antonella Golino, 32 anni, è “nata” in UILDM. La sua famiglia da sempre collabora con la Sezione di Caserta, e prima come socia, poi come volontaria del Servizio Civile e infine come presidente ha continuato una lunga tradizione di solidarietà. Da 5 anni insegna Scienze dell’alimentazione e chimica della nutrizione alle superiori.

share

Matteo Gualandris è un ragazzo di Bergamo con una particolarità. Quando si impegna in qualcosa, lo fa fino in fondo e con il sorriso. Esattamente la stessa energia che mette nelle attività del Gruppo Giovani Nazionale, in cui è entrato a far parte da pochi mesi. Convive con una distrofia congenita, che non gli ha impedito di realizzare progetti importanti come laurearsi in Scienze della comunicazione e lavorare.

share

Fino al 18 ottobre è attivo il numero solidale 45581. 
15.000 le latte di caffè UILDM distribuite, raccolti 150.000 euro.
Non si ferma l’impegno contro la distrofia muscolare.

 

share

Giovanni De Luca, 38 anni, è stato per molto tempo presidente di UILDM Cicciano. Ama l’arte, la psicologia, organizzare eventi e costruire progetti. A 2 anni riceve la diagnosi di calpainopatia, la forma più diffusa di distrofia dei cingoli. Incontra la famiglia UILDM grazie alla Sezione di Saviano da bambino e il cammino prosegue con un progetto di Servizio Civile fino al 2010, quando fonda la Sezione UILDM di Cicciano.

share

Manuèl Tartaglia ha 45 anni, vive a Roma ed è un volontario di UILDM Lazio. L’incontro con l’associazione arriva ai primi sintomi di distrofia dei cingoli, quando ha circa 6 anni. I genitori cercano un appoggio per le questioni burocratiche e per la fisioterapia: da fruitore dei servizi offerti dalla Sezione, nel tempo Manuèl è diventato un volontario attivo. Fa parte della redazione di Radio FinestrAperta, web radio della Sezione, impagina il giornale e si occupa di creare contenuti come articoli e interviste.

share

“Solo amici e poi. Uno dice un noi. Tutto cambia già.” (cit. È una storia sai, tratta dal film La bella e la bestia, N.d.R.) La storia di Francesca Riccardi e Angelo Vastola, una giovane coppia di Sarno in provincia di Salerno, inizia proprio così, con un’amicizia bella che diventa amore.

Francesca e Angelo si sposeranno il 4 novembre 2020, il giorno del trentesimo compleanno di Francesca.

share

Jessica Fava per la Giornata Nazionale UILDM è “la” volontaria, perché nel suo bellissimo sorriso ci sono tutti i sorrisi dei 9.195 volontari che rendono UILDM una grande famiglia. Ha 28 anni, è di Roma e sta svolgendo il Servizio Civile Universale in UILDM Lazio. Sta studiando Arte e scienze dello spettacolo, vorrebbe lavorare come performer nei musical.

share

Gilberto Dati, presidente di UILDM Versilia, è un volontario che da tempo ci aiuta a raccontare l’impegno non solo della sua Sezione ma di tutta l’associazione. Da quando ha 14 anni convive con la SMA, ha 50 anni e si spende senza guardare mai l’orologio. Per lui il volontariato è tempo di qualità, tempo per stare bene con se stessi e aiutare gli altri. Per la Giornata Nazionale UILDM è lui a dare voce alle oltre 16.000 ore di riabilitazione che ogni anno le Sezioni UILDM offrono ai soci.

share

Elena Carraro è medico fisiatra al Centro Clinico NeMO di Milano. Da quest’anno è entrata a far parte della Commissione Medico – Scientifica UILDM, e mette a disposizione dei soci UILDM le sue competenze e la sua passione medica. Laureata in Medicina e chirurgia e specializzata in Medicina Fisica e Riabilitazione all’Università di Padova, si è occupata di riabilitazione nelle patologie neurologiche in età evolutiva e adulta sin dai tempi universitari.

 

In che modo sei entrata nel mondo delle malattie neuromuscolari?

share

Alice Greco è uno dei volti della Giornata Nazionale UILDM 2020. Nel video promozionale racconta dei km percorsi ogni anno dai volontari UILDM, e lei stessa di km ne ha percorsi tanti perché con la sua Sezione lavora per promuovere il diritto alla mobilità e per rendere la sua città, Bologna, più accessibile a tutti. Un impegno che condivide con altre associazioni a livello locale.

 

Come hai conosciuto UILDM?

share

Giacinto Santagata è una colonna portante di UILDM. Volontario di UILDM Torino, ha guidato la Sezione come presidente fino a pochissimo tempo fa. Ha 71 anni, da 45 è sposato con Maria ed è nonno di Viola. Cinque anni fa è mancato a 37 anni il figlio Matteo, che conviveva con la distrofia di Duchenne. La sua testimonianza in occasione della Giornata Nazionale UILDM.

share

UILDM è fatta di tante sfumature, piccoli, grandi dettagli. La Giornata Nazionale UILDM vuole rappresentare al meglio questo mix di differenze perché è da lì che nasce la nostra forza. Alla voce di Giulia Pesarini, 23 anni, abbiamo affidato il compito di parlare del Gruppo Giovani Nazionale, pieno di idee e di spunti. Giulia è una volontaria di UILDM Ancona e ha conosciuto il Gruppo Giovani Nazionale grazie alla consigliera nazionale Marta Migliosi, durante le sedute di fisioterapia.

Torna l’appuntamento dedicato al sostegno delle migliaia di volontari che garantiscono i servizi di trasporto, consulenza medica e riabilitazione. Attivo dal 1 al 18 ottobre anche il numero solidale 45581.

share

Lavori in corso. Con queste poche e semplici parole vi abbiamo chiesto di seguirci, durante questi mesi, senza dirvi in quale progetto eravamo concentrati. Ora possiamo svelarvi che dal 5 all’11 ottobre torna la Giornata Nazionale UILDM!

Abbiamo girato l’Italia per mostrare quanto impegno e cuore i volontari UILDM mettono ogni giorno, al fianco delle persone con distrofia muscolare, per offrire servizi fondamentali. Abbiamo affrontato - e continuiamo a farlo - un’emergenza sanitaria che ha mostrato la fragilità del nostro corpo e la forza della nostra volontà.

share

Il 7 settembre si celebra in tutto il mondo la Giornata di sensibilizzazione sulla distrofia di Duchenne. Lo slogan del 2020, “Insieme siamo più forti”, assume un senso più profondo in questo tempo segnato dal Covid-19, che ha avuto un impatto significativo sulle vite di tutti, in particolare chi convive con una malattia rara. Non solo, insieme saremo più forti anche quando l’emergenza finirà.

share

Sono aperte le iscrizioni alla 10a edizione del concorso fotografico "Andrea Pierotti", organizzato da UILDM Versilia, con il patrocinio del Comune di Pietrasanta (Lu), del Parco regionale delle Alpi Apuane, del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia, in collaborazione con Leaf Creations.

Il tema per l’edizione 2020 del concorso è “Natura: è armonia”. La natura nella sua grandiosità regala a tutti noi infiniti aspetti armonici da scoprire nei colori, nelle forme, nei grandi spazi, nei piccoli particolari.

share

Ecco lo speciale dedicato al numero 200 di DM, la rivista che accompagna l'associazione da sempre. Ripercorriamone insieme la storia riavvolgendo il nastro all'indietro. Lo potete leggere anche in formato digitale qui.

a cura di Barbara Pianca

 

INDICE

share

Dalla rubrica "Il mio distrofico" di Gianni Minasso, pubblicato sul n. 200 della rivista DM

share

L'articolo, pubblicato sul numero 200 di DM, è a firma di Francesco Grauso (Ufficio Fundraising UILDM).

share

A 22 anni conquista la maturità con il massimo dei voti. È Francesco Forgione, di Ancona, in carrozzina fin da bambino a causa della distrofia di Duchenne.
Da 11 anni gioca a wheelchair hockey nei Dolphins Ancona, compresi tre raduni in nazionale. Il suo ruolo? Quello di portiere, un ruolo delicato, da osservatore privilegiato di cosa avviene sul campo da gioco. Servono grandi capacità di concentrazione e prontezza nel prendere decisioni che possono cambiare il corso della partita.

share

Il progetto per un NeMO a Napoli è in dirittura d’arrivo. Sabato 4 luglio 2020 si è svolta la conferenza stampa di termine dei lavori. La festa per questo grande risultato è riassunta tutta in un’immagine: l'abbraccio tra Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NeMO, e Salvatore Leonardo, presidente di UILDM Napoli, che rappresentano tutta la comunità che ha lavorato perché il NeMO a Napoli diventasse realtà. E c’è anche una statuina del presepe con le fattezze di Alberto, dono della comunità neuromuscolare campana, realizzata dall’artigiano Alessandro Starini.

 

share

La pandemia ha causato molti problemi. Ha sospeso progetti, costretto a cambiare modo di comunicare, ma non ha bloccato l’energia e le iniziative di chi vuole trasformare i sogni in realtà. Manuele Maestri, musicista professionista laureato al conservatorio di Rovigo e di Trento, durante il periodo di inattività forzata dei mesi scorsi ha deciso di accendere una luce sul mondo della disabilità:

share

Il 17 giugno il Gruppo Giovani UILDM ha proposto il webinar “Si fa presto a dire Vita Indipendente”, ospite il presidente nazionale Marco Rasconi. In questo approfondimento, a cura diretta del Gruppo, trovate gli argomenti che si sono affrontati durante l'incontro digitale. Se cercate maggiori info potete scrivere una mail a gruppogiovani@uildm.it o contattare la Direzione nazionale UILDM. 

 

Che cosa è per te Vita Indipendente? Che scelta hai fatto?

share

"Turismo accessibile: dal reale al virtuale": è questo il titolo del webinar che si svolgerà giovedì 25 giugno alle 18, a cura della Direzione nazionale UILDM. L'obiettivo è ripensare ai viaggi, nell'ottica di aprire nuove strade per chi non può spostarsi realmente e non solo a causa delle recenti restrizioni imposte dal Covid19.

Ne parleremo con:

share

Anche UILDM sostiene la Giornata mondiale della FSHD che si celebra sabato 20 giugno.

La Giornata è stata istituita nel 2016 per sensibilizzare sulla distrofia facio-scapolo-omerale (FSHD), la forma di malattia neuromuscolare più frequente dopo la distrofia di Duchenne e la distrofia miotonica di Steinert, che colpisce più di un milione di persone al mondo.

share

Il Gruppo Giovani UILDM si è attivato per rendere il tema della Vita indipendete sempre più conosciuto. Si tratta infatti di un vero e proprio strumento di inclusione, ma soprattutto punta a creare maggiore consapevolezza delle proprie possibilità. Sono tante però le sfumature da conoscere.

Su queste basi è nato il primo webinar dedicato ai progetti di Vita indipendente, che si svolgerà mercoledì 17 giugno dalle 17 alle 19.30 sulla piattaforma "GoToMeeting". A portare la propria testimonianza sarà Marco Rasconi, presidente nazionale UILDM.

In questo video Marco Rasconi, presidente nazionale UILDM, e Tiziana Fedeli, presidente di "Intensivamente insieme", spiegano cosa vai a sostenere scaricando l'e-book "Segregata - una madre contro il coronavirus".

Grazie al tuo aiuto, due progetti molto importanti per la vita dei più fragili possono realizzarsi. Insieme a UILDM potrai costruire indipendenza per giovani con malattie neuromuscolari, che vogliono avere una vita indipendente.

Pagine